Some say ice
2022

63,00

Disponibilità: Disponibile

Some say ice

 
Dal 2014, Alessandra Sanguinetti torna nella cittadina di Black River Falls nel Wisconsin, realizzando le fotografie che andranno a formare la serie austera ed ellittica Some Say Ice.
La stessa città è oggetto di “Wisconsin Death Trip”, un libro di fotografie scattate da Charles Van Schaick alla fine del 1800 che documenta la vita e la morte dei suoi abitanti. L’autrice si è imbattuta per la prima volta in questo libro da bambina e questo incontro alla fine l’ha portata a esplorare la strana relazione tra fotografia e morte e, infine, a ritornare con regolarità alle Black River Falls.

Le scene austere e scultoree e i ritratti ambigui e inquieti che compongono Some Say Ice raffigurano un luogo quasi fuori dal tempo. Presentate disadorne da testo o spiegazioni, le fotografie sono toccate dallo spirito del gotico e dall’inconfondibile tenerezza familiare della serie “Le avventure di Guille e Belinda”.
Alessandra Sanguinetti allude a cose assenti o invisibili, gioca su atmosfere reali e immaginarie, nonché sulla possibilità spettrale di annullare la morte attraverso l’atto della fotografia. Con il titolo ispirato alla famosa poesia di Robert Frost, “Some Say Ice” è uno sguardo umano alle realtà malinconiche alla base delle nostre vite, viste con glaciale chiarezza da uno dei più importanti fotografi del mondo.

settembre 2022
Copertina rigida
28,5 x 30,5 cm
148 pagine

63,00

Disponibilità: Disponibile

© 2023, LIBRERIA ZAZIE di Paola Contino

© 2023, Libreria Zazie

di Paola Contino